Borgio Verezzi, Borghi, borghi più belli d'italia, grotte di borgio verezzi,

Uno dei borghi più belli d’Italia, famoso per le grotte variopinte e i vicoli pittoreschi

L’unione amministrativa dei due antichi borghi –Borgio  e Verezzi, appunto– è avvenuta solo nel 1933, ma la sorte li ha legati fin dall’antichità romana quando erano conosciuti semplicemente come Borgus Veretium.

L’uno adagiato attorno ad una lingua di spiaggia un po’ sabbiosa e un po’ rocciosa si specchia in un mare blu intenso, paradiso di chi ama lo snorkeling. L’altro, abbarbicato sulla collina sovrastante, accoglie il visitatore tra i suoi vicoli pittoreschi, ordinati e ricchi di storia e arte. Tra le vicine Finale e Pietra Ligure, comodamente lungo la Via Aurelia.

Borgio Verezzi, Borghi, borghi più belli d'italia, grotte di borgio verezzi,
Borgio Verezzi

Arte e storia: torri saracene e teatro

Arrivando a Borgio Verezzi dal mare si viene accolti dalla storica torre d’avvistamento costruita dai genovesi nel 1564. Ma in borgata Crosa, ben visibile da ogni punto dei dintorni, si erge il cosiddetto Mulino Fenicio, una costruzione ancora più antica e forse nata come faro. È la struttura più nota del borgo ‘saraceno’ che comprende quattro borgate dal sapore antico ed armonico.

Ecco, l’armonia è ciò che colpisce passeggiando tra i pur stretti vicoli di Borgio Verezzi. Armonia di spazi e volumi di abitazioni collegate da stretti carruggi e mulattiere fiorite o adorne di macchia mediterranea in ogni stagione.

Armonia di colori e temperatura godibile e ventilata in estate e mai troppo pungente in inverno.

Il clima perfetto per ospitare nelle sere destate dal 1967 il Festival Teatrale.

È questo una autentica chicca estiva di livello artistico nazionale dal cui palco transitano e spesso partono spettacoli che lasciano un segno indelebile nel panorama culturale italiano.

È  finanziato annualmente dal Ministero dei Beni Culturali, dalla Regione Liguria e da prestigiose Fondazioni, e tra luglio e agosto ospita spettacoli e attori di gusto e calibro nazionale e internazionale.

Borgio Verezzi, Borghi, borghi più belli d'italia, grotte di borgio verezzi,
Borgio Verezzi – presepe nelle grotte Valdeminio

Le grotte e la collina: la natura regina


La chiesa di San Pietro colpisce per l’aspetto esterno neoclassico d’inizio ‘800 e l’eleganza interna delle sei cappelle che circondano la navata centrale. Volendo vivere anche il contesto naturalistico di Borgio Verezzi si ha l’imbarazzo della scelta. 

Una visita anche breve a questo borgo savonese impone la scoperta delle grotte famose per i giochi di colore che creano i minerali che vi si trovano.

Sono costituite da un percorso che si snoda per 800 metri tra grandi sale decorate dalla natura con possenti stalattiti e delicati drappi da sembrare lenzuola deposte a riparo dal tempo. Un percorso i cui ci si trova avvolti da ogni sfumatura di colore.

Borgio Verezzi, Borghi, borghi più belli d'italia, grotte di borgio verezzi,
Piazza Sant’Agostino, Borgio Verezzi


Lumache alla Verezzina, fave e trenette al pesto

La collina e la sua natura sono generose. Accolgono e accompagnano il turista lungo passeggiate rilassanti e silenziose attraverso una macchia mediterranea incontaminata.

E danno i frutti di una terra generosa anche se aspra da coltivare e domare. Tra i piatti caratteristici del territorio non si possono non citare e assaggiare le lumache alla Verezzina, le fave –molto coltivate soprattutto in passato–, la pasta o gli gnocchi al pesto e le frittelle di erbe per chi non ami carne o pesce.

Il tutto innaffiato da un buon vino bianco locale, il Pigato e, nei mesi invernali, concluso con una torta di zucca speciale, molto delicata e arricchita da pinoli e marmellata.


Ti potrebbero interessare:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento!
Digita il tuo nome