Arredare, arredare anni 50, design anni 50, lampada anni 50, design anni 60, arredare anni 60

Italiano o americano, lo stile vintage che ancora ci innamora

I favolosi anni ’50, la ricostruzione dopo la Seconda Guerra Mondiale, l’entusiasmo per le novità tecnologiche, scientifiche e culturali che arrivano dal mondo anglosassone.

Il rilancio economico e le speranze di un mondo migliore per tutti.

Arrivano nelle case degli italiani anche le prime produzioni d’arredo in serie e il design d’eccellenza di famosi mobilifici.

Efficienza, comodità, colore e allegria delle forme: e tanta qualità di materiali.

Sono gli anni della Vespa, della Bialetti, di Giò Ponti, della Poltrona Sacco di Zanotta e della Poltrona Luisa di Albini che nella versione definitiva valse al mobilificio Poggi di Pavia il prestigioso Compasso D’Oro ADI nel 1955.

Design versatile, forme comode, materiali solidi

L’arredo anni ’50 è divenuto immortale tanto da essere ricercato dagli estimatori del vintage autentico ed essere riprodotto da designer e mobilifici nelle forme innovative ma accoglienti. Non sono pochi i marchi italiani che producono oggi arredi in stile anni ’50.

E la scelta è entusiasmante perché proietta in un mondo sempre attuale per eleganza e gusto delle forme e vi accosta la ricerca sui materiali.

Il fascino di una cucina con piastrelle bianchissime accostate ad un nero lucido ed elegante, rettangolari o magari esagonali, accompagnato dalla solidità ed efficienza delle cucine moderne ma dal design vintage.

O l’eleganza di una camera da letto e soggiorno, originali o riprodotti, che superi la ripetitività di molti design attuali con forme, colori e tessuti che possiamo con sicurezza definire ‘senza tempo’: linee semplici accostate a materiali moderni –i primi usi di fibra di vetro per esempio– e colori di una modernità sconcertante. 

Che le troviate fortunosamente in un mercatino o un’asta di modernariato, le poltrone di Ico e Isa Parisi faranno un figurone in qualunque salotto e vi sorprenderanno la loro comodità ed eleganza di colori e design.

Voglio un jukebox: e un frigo monoporta e uno sgabello…

Dal tavolo in formica al frigo monoporta, allo sgabello e jukeboxe in stile anni ’60 il salto è veloce.

Arredare, arredare anni 50, design anni 50, lampada anni 50, design anni 60, arredare anni 60

Non è difficile trovare arredi e complementi originali o ottimamente riprodotti che ci riportano con gusto nei favolosi anni ’50 o ’60.

Valutate lo stile e i colori predominanti e accostate con sicurezza: pastello anni ’50, più accesi e giocosi anni ’60.

Se ricordate con nostalgia film e serie tv della vostra giovinezza o volete valorizzare arredi di famiglia riposti in soffitta potete acquistare un jukebox o degli sgabelli colorati che rinnoveranno un angolo colazione o la tavernetta ricreando un bar anni ’60.

Con un po’ pazienza potrete trovare anche carta da parati originale, stampe d’epoca e insegne luminose per vestire le pareti o per dare un tocco in più alla cucina o all’angolo bar. 

Arredare, arredare anni 50, design anni 50, lampada anni 50, design anni 60, arredare anni 60

Complementi immortali: Flos, FontanaArte, Giò Ponti

Se scegliete di arredare o inserire alcuni particolari secondo il gusto anni ’50 e ’60 vi stupirete dell’attualità di forme e colori di complementi, sedie, librerie e anche scrivanie firmate Giò Ponti.

O della bellezza e originalità di lampade e luci FontanaArte e Flos: marchi ancora attivi che hanno saputo conservare nel tempo l’eccellenza del design e la ricerca dei materiali.


Si ringrazia per la collaborazione vendesicasaprivatamente.it

7 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento!
Digita il tuo nome